Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio di Siena e Grosseto
Parliamo di...
Villa Isabella (Siena)

Villa Isabella (Siena)

Villa Isabella, oggi scuola di formazione del Monte dei Paschi di Siena, è circondata da un vasto giardino, delimitato da un imponente muro che separa la proprietà dalla strada pubblica. La costruzione sembra risalire alla fine del 1800 quando, dopo la soppressione degli ordini monastici, fu venduto parte del terreno appartenente all'antico Convento dei Cappuccini alla famiglia Bindi al fine di costruirvi la cosiddetta Villa Isabella (il cancello d'ingresso reca in alto la scritta BINDI). Tra gli interni, con i soffitti riccamente decorati secondo l'uso corrente di fine secolo, spicca il salone al primo piano collegato direttamente all'atrio d'ingresso attraverso la scala a doppia rampa rettilinea con pregevole balaustra e colonnette di legno intagliato. E' probabilmente ancora originale l'imponente muro sulla strada che un tempo separava la proprietà monastica dal borgo di Camollia.





avvertenza tutte gli elementi in home page vengono caricati casualmente dall'archivio.
ad ogni nuovo caricamento di questa pagina verrŗ mostrato un nuovo set di elementi.
Palazzo Pannocchieschi d'Elci (Siena) Palazzo Pannocchieschi d'Elci (Siena) Si tratta di una dimora nobiliare fra le prime ad essere costruite sulla Piazza del Campo nel Duecento; il palazzo d'Elci, ex Alessi, è menzionato nella letteratura sulla piazza e sulle trasformazioni urbanistiche della città. Mostra un impianto medievale sia dal punto di vista delle strutture architettoniche interne, come le volte a crociera del piano terreno, che per il grande torrione merlat...




Casa in via Camollia 139 (Siena) Casa in via Camollia 139 (Siena) L'edificio presenta un impianto ascrivibile al XIV sec., ma l'aspetto fortemente gotico della facciata è frutto di un restauro di gusto neogotico della metà del XIX sec. Il piano terra è dominato da due portali arretrati rispetto al filo muro e sovrastati dal tipico arco senese, al centro dei quali è presente un cartiglio a rilievo. Al primo piano sono da notare due trifore, sicuramente di r...(continua)




Castellare degli Ugurgeri (parte), part. 436 (Siena) Castellare degli Ugurgeri (parte), part. 436 (Siena) Gli edifici che racchiudono la corte rappresentata dalla piazzetta interna, detta vicolo del Castellare, facevano parte del complesso denominato Castellare degli Ugurgieri, gruppo di abitazioni fortificate e chiuse intorno ad una corte, secondo un modello abitativo diffuso a Siena nel XII secolo. La famiglia degli Ugurgieri, proveniente da un ramo dei conti della Berardenga, era già presente in ...(continua)




Palazzo in via Camollia 18 (Siena) Palazzo in via Camollia 18 (Siena) L'impaginato architettonico della facciata del palazzo si articola su quattro piani realizzati in laterizio a vista, disegnato a bugnato nei primi due piani. Le finestre sono di forma rettangolare, riquadrate in pietra. La facciata è stata probabilmente rielaborata nel corso del XVI sec, ma presenta ancora traccia di arcate preesistenti. All'interno è presente una corte perimetrata da un loggi...(continua)




Palazzo Brancadori (Siena) Palazzo Brancadori (Siena) L'edificio, antico possesso della famiglia Brancadori, è di origine rinascimentale. Nella prima metà del XIX sec. esso venne però completamente rielaborato: tra il 1830 ed il 1840 venne realizzata la nuova scala interna per opera dell'architetto senese Agostino Fantastici. Particolarmente pregevole, a questo proposito, l'invito della scala stessa, costituito da due colonne rastremate che regg...(continua)




Fonte di Pescaia (Siena) Fonte di Pescaia (Siena) All'inizio della valletta tra il poggio di S. Prospero e quello di S. Basilio sorge la fonte di Pescaia, che prede il nome dai piccoli laghi e fontoni che fiorivano nella zona e che servivano da vivai per il pesce necessario alla città. La fonte è l'unica in città ad aver conservato la merlatura originale, anche se inglobata in una costruzione successiva soprastante. Essa è formata da tre g...(continua)




  Crediti | Privacy Policy | ©2006 SBAP - Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio (Siena e Grosseto)