Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio di Siena e Grosseto
Parliamo di...
Palazzo Piccolomini, detto delle Papesse (Siena)

Palazzo Piccolomini, detto delle Papesse (Siena)

Il Palazzo Piccolomini detto delle Papesse, sede fino al 1994 della Banca d'Italia, rappresenta in Siena il pi√Ļ perfetto esempio di architettura del Rinascimento Fiorentino. Nel suo paramento in travertino a bugnato rustico su tre livelli, che si alleggerisce man mano che sale verso l'alto, e con il cornicione conclusivo, richiama i palazzi fiorentini del Quattrocento, primo tra tutti Palazzo Medici Riccardi. Il palazzo presenta un bellissimo atrio di ingresso, diviso in due locali da una colonna centrale, voltato a vela con peducci e decorato con stemmi e cartigli. Sull'atrio, oltre alla scala, si aprono vari portali, sia con cornice rettangolare con cimasa superiore che con modanatura rigirante ad arco a tutto sesto.





avvertenza tutte gli elementi in home page vengono caricati casualmente dall'archivio.
ad ogni nuovo caricamento di questa pagina verrŗ mostrato un nuovo set di elementi.
Palazzetto, Via V. Emanuele 38-44 (Siena) Palazzetto, Via V. Emanuele 38-44 (Siena) Il palazzetto d'angolo in via Vittorio Emanuele 40 fu costruito tra gli anni '20 e '30 del 1900, che fu un periodo di espansione urbana della città di Siena. Da sottolineare come senz'altro questo palazzetto fu il risultato di una trasformazione di antichi edifici preesistenti su tale area, unificati da una radicale ristrutturazione edilizia interna e da una facciata unitaria, modellata secondo ...




Palazzo Vieri (Siena) Palazzo Vieri (Siena) L'edificio, di origine rinascimentale, ha subito notevoli trasformazioni nel corso dell'ottocento. Il prospetto su via del Casato di sotto si sviluppa su tre piani segnati da cornici marcapiano e segue l'andamento curvilineo della via. Esso si presenta intonacato e, nella parte basamentale, con lavorazione a fasce incise probabilmente risalente all'ottocento. All'interno vi sono diversi ambienti...(continua)




Palazzo del Bargello (Siena) Palazzo del Bargello (Siena) Palazzo del Bargello affaccia sulla Piazza del Campo e fa angolo con il chiasso del Bargello sino a Via di Città dove il fronte è costituito dalla torre del Bargello di epoca medievale, databile entro il XVIII secolo. La torre conserva ad un piano parte della biblioteca del palazzo PAnnocchieschi d'Elci a lei contiguo ed è di estremo interesse storico-artistico sia per le sue strutture conserv...(continua)




via Camollia, 209 Circolo del Leone (Siena) via Camollia, 209 Circolo del Leone (Siena) L'edificio, interamente in laterizio intonacato, si articola su tre piani marcati da una cornice liscia. Tra il piano terra e il primo piano è posto un rilievo con un istrice datato 1920 ed accompagnato dallo stemma della famiglia Chigi Saracini e dal motto Micat in Vertice. Lo stemma probabilmente fu apposto dal Conte Guido Chigi saracini, fondatore dell'Accademia Musicale Chigiana e uno dei...(continua)




Castellare degli Ugurgeri (parte), part. 431 (Siena) Castellare degli Ugurgeri (parte), part. 431 (Siena) Gli edifici che racchiudono la corte detta vicolo del Castellare, facevano parte del complesso denominato Castellare degli Ugurgieri, gruppo di abitazioni fortificate importato dalle famiglie nobili inurbatesi e riproponenete lo schema del fortilizio a carattere feudale. La famiglia Ugurgieri, proveniente da un ramo dei conti della Berardenga, era già presente a Siena dalla metà del XII sec. e...(continua)




Casa via Stalloreggi 25 (Siena) Casa via Stalloreggi 25 (Siena) Il caseggiato, dal paramento interamente in laterizio, è costituito da due volumi distinti: il maggiore, che si impone all'angolo tra via Stalloreggi e piazza del Conte, ed il minore, che si snoda lungo via Stalloreggi ed è inferiore per altezza. L'edificio è il risultato di rifacimenti impostati su preesistenti strutture medivali, come testimoniato dalla presenza di archi e piattabande. Lu...(continua)




  Crediti | Privacy Policy | ©2006 SBAP - Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio (Siena e Grosseto)